IL PROGETTO FALENABLU

L'idea è originale: solo attraverso la manipolazione dell'argilla si può trasferire alla materia qualcosa che non si è in grado di nominare, di esplicitare. Il percorso autobiografico, basato sui principi dell'autobiografia di Duccio Demetrio, consente una rielaborazione del vissuto attraverso un prodotto artistico che incide la realtà con una nuova intenzione. La donna può così trasformarsi da creatura "rotta" a creatura "creatrice", in una evoluzione simile a quella messa in atto nella metamorfosi della falena.

Il progetto però si rivolge anche alla società in generale. Falenablu propone presso il Mart seminari ed corsi di aggiornamento che coinvolgono esperti del settore, uniti dal filo conduttore del voler contribuire, ognuno con le proprie forze, alla costruzione di una società meno violenta e più paritaria. Perchè la violenza non deve restare un fatto nascosto, ma una condizione da cui partire per ricostruire un'identità all'insegna dell'autonomia e della consapevolezza di essere anche le artefici di un percorso di cambiamento.

I laboratori di FALENABLU propongono un lavoro archeologico sulla memoria emozionale rivolti a chi ha incontrato situazioni di violenza in famiglia o nella coppia.

La partecipazione è anonima e gratuita.

Falenablu è un contenitore artistico attraverso il quale, con la manipolazione dell'argilla, è possibile narrare cose mai dette.

Così come l'archeologia, studiando i manufatti, può recuperare una visione globale della vita delle persone nel passato, così la ricerca archeologica di Falenablu aiuta a comprendere realtà che non sono ufficialmente documentate, o pienamente consapevolizzate, ma si trovano sedimentate nel vissuto della donna, nascoste nell'infanzia, nei meccanismi di riconoscimento identitario.
Come nell'archeologia il manufatto deve diventare "parlante", così la tavoletta nell'opera d'arte del Progetto Falenablu racconta una storia, si carica di un messaggio.
Diventa parte di una esposizione archeologica di oggetti in grado di costruire una narrazione di sé.

Per partecipare scrivere a: progetto.falenablu@gmail.com

Al termine dei laboratori si terrà un'esposizione delle opere realizzate dai partecipanti presso il MART di Rovereto.

PDF PROGETTO COMPLETO